Giugliano in Campania: decine di migliaia di euro di sanzioni alle pizzerie

post-title
Fonte Immagine: Adnkronos

I Carabinieri conducono controlli anti lavoro-sommerso e trovano di tutto.

Lavoratori senza contratti nè alcune forma di tutela o garanzie di sicurezza: i carabinieri, nel corso di controlli anti-lavoro sommerso, hanno trovato situazioni a dir poco sconcertanti, all’interno di diverse attività ristorative.
La città oggetto delle indagini è quella di Giugliano in Campania, con oltre 122mila residenti, con una superficie che si estende fino ad alcune zone della movida flegrea.
I carabinieri del nucleo della cittadina, in un’indagine congiunta insieme ai militari facenti parte del Nucleo Ispettorato del lavoro della città di Napoli, hanno ispezionato tre attività ristorative del territorio Giuglianese.
In uno dei locali ispezionati, nella zona del Lago Patria, su un totale di 19 lavoratori, 11 di questi erano impiegati “a nero”, quindi lavoratori “sommersi”, e 4 di questi percepivano anche il reddito di cittadinanza. Per questi quattro è stata richiesta la revoca del beneficio, da parte dei carabinieri che hanno condotto l’indagine.
Per una pizzeria in via Lago Patria, pesantissime sanzioni amministrative: oltre 20mila euro. Sanzioni ancora più salate per una pizzeria situata in Via Ripuaria: ben 22mila euro da pagare. Entrambe le pizzerie non erano in regola con le visite mediche per i dipendenti, e nella formazione da fornire in materia di salute e sicurezza. Anche qui, poi, sono stati individuati diversi lavoratori sprovvisti di un regolare contratto.
I titolari delle tre società ristorative sono stati denunciati, e le attività sono state sospese. I carabinieri hanno comunicato che i controlli proseguiranno nei prossimi giorni.


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta