Argentario: scontro yacht - vela, un morto e un disperso

post-title
Fonte Immagine: Ansa.it

Indagato il pilota dello yacht, ancora nessuna traccia della donna dispersa. Si attende la perizia tecnica sull'imbarcazione su cui navigavano 4 danesi.

Scontro tra uno yacht a motore e una barca a vela al largo di Porto Ercole, nelle acque tra l’Argentario e l’Isola del Giglio, in provincia di Grosseto. Indagato Per Horup, il turista danese di 58 anni che stando alla ricostruzione effettuata dagli inquirenti sarebbe stato al timone dello yacht al momento dell’impatto.

Sarà la perizia tecnica sull’imbarcazione su cui navigavano i 4 danesi a stabilire se in quel momento fosse inserito il pilota automatico o meno. O se, come pare abbia affermato lo stesso Horup agli inquirenti, in quel momento i quattro a bordo (oltre a Horup, la compagna, il figlio e la fidanzata del figlio) fossero accecati dalla luce del sole. Non solo: la perizia dovrà fare luce anche su rotta e velocità del mezzo a motore. Dopo l’interrogatorio, gli inquirenti hanno disposto i test antidroga e antialcol per i 4 a bordo: nelle prossime ore ci saranno gli esiti degli esami.

Restano in piedi i reati di omicidio colposo e lesioni (non di naufragio, poiché le imbarcazioni non sono affondate). L’incidente, avvenuto nel pomeriggio di sabato davanti le acque del Giglio, ha visto lo yacht con a bordo i 4 turisti del nord Europa speronare la barca a vela su cui viaggiavano 3 coppie romane.

Per uno di loro, il 59enne Andrea Giorgio Coen, non c’è stato nulla da fare. L’uomo, originario di Biella ma residente a Roma, di 59 anni, ricercatore universitario in pensione, è stato travolto durante il terribile impatto tra le imbarcazioni.

Risulta ancora dispersa una delle donne a bordo della barca a vela, l’ex ginnasta romana Anna Claudia Cartoni, cercata in un tratto di fondale profondo circa 100 metri. Delle altre quattro persone, ferite nell’impatto, due sono ancora ricoverate all’ospedale di Grosseto (le altre due donne sono state dimesse nella tarda serata di sabato).


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta