Camorra, Nuovo Clan Partenio: due arresti

post-title
Fonte Immagine: Ansa.it

Intralci alla giustizia con metodo mafioso. Un uomo in carcere e l’altro ai domiciliari. Sono accusati d’intimidazioni ai danni di un teste processuale, vittima di usura, che avrebbe dovuto favorire gli imputati.

Due soggetti ritenuti vicini all’organizzazione malavitosa denominata “Nuovo Clan Partenio” in piena fase di istruttoria dibattimentale, in cui si trova tuttora il processo contro la stessa associazione criminale, hanno avvicinato una vittima di usura, minacciandolo e imponendogli di non presentarsi in udienza o di testimoniare il falso se necessario.

In seguito alla scomparsa del testimone sono state attivate le indagini che hanno portato a rintracciare la vittima e indurlo a testimoniare nel processo contro il clan.

I carabinieri del Comando Provinciale di Avellino hanno dato esecuzione a un'ordinanza di custodia cautelare nei confronti di due avellinesi indagati per "intralcio alla giustizia aggravato dal metodo mafioso".

Al termine delle operazioni eseguite, uno dei due arrestati è stato tradotto in carcere, mentre l’altro è stato sottoposto agli arresti domiciliari.


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta