Ciampi: Istituzioni locali facciano pressione sul Governo Centrale

post-title
Fonte Immagine: ansa

Per il caro Energia rischiamo di avere danni inimmaginabili.

«Ho aderito con convinzione alla manifestazione pubblica contro il caro bollette organizzata da Confcommercio Campania Distretto di Avellino. Le istituzioni locali hanno il dovere di alzare la voce e fare pressione sul Governo affinché si forniscano risposte efficaci in tempi rapidi. Bisogna promuovere un Energy Recovery Fund a beneficio dei consumatori e delle imprese in tutta Europa, finanziato con il debito dell'Ue. Un piano che ricalchi il Recovery Fund ottenuto dal nostro presidente Giuseppe Conte per far fronte alla pandemia».

Queste le parole Vincenzo Ciampi consigliere regionale del Movimento 5 stelle, il quale rincara la dose prospettano un salasso enorme per le famiglie e le imprese italiane che a breve dovranno affrontare un'ulteriore aumento delle bollette di circa il 60% per il trimestre ottobre/dicembre.

Prosegue :«Senza un intervento adeguato, oltre ad un inverno molto freddo, rischiamo seriamente di avere migliaia di attività chiuse e danni dalle dimensioni inimmaginabili».

Poi denuncia il mancato arrivo in Regione Campania degli aiuti promessi dal governatore Vincenzo De Luca in campagna elettorale, circa 400milioni contro i costi da crisi energetica ed inflazione; «ma ad ora non si vede neppure l'ombra di un centesimo» incalza.

Poi conclude specificando la natura propagandistica di questi Annunci tutti senza alcun seguito, ma soprattutto inutili dinanzi ad una situazione drammatica che dovrebbe imporre cautela e rispetto nei confronti dei cittadini.

Ed infine Ciampi quasi a voler ribadire la gravità della situazione, stigmatizza: «Questo non può essere il momento delle strumentalizzazioni, ma quello di un serio impegno al fianco di chi lavora e produce».


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta