Flex recide arteria femorale, tragedia a Taranto

post-title
Fonte Immagine: Corriere del Mezzogiorno

Tagliando una lamiera, perde il controllo del flex che gli finisce sulla coscia e recide l’arteria femorale: muore un operaio 53enne.

Incidente sul lavoro questa mattina nella zona industriale di Taranto: un operaio di 53 anni si è reciso l’arteria femorale ed è morto. L’uomo era impegnato in un intervento di carpenteria leggera all’interno del capannone della ditta GSE Group Service Energy per cui lavorava.

Secondo le prime ricostruzioni, il 53enne, originario di Sava (Taranto), stava tagliando una lamiera con un flex quando, accidentalmente, ha perso il controllo e il disco gli è finito su una coscia recidendo l’arteria femorale.

Sul posto carabinieri e ispettori dello Spesal (Servizio di prevenzione e sicurezza sui luoghi di lavoro) per accertare la dinamica e valutare eventuali responsabilità, oltre al personale del 118 intervenuto in pochi minuti. A nulla sono valsi i tentativi dell’equipe medica, le condizioni del lavoratore sono apparse molto gravi sin dal primo momento con una fuoriuscita di sangue molto abbondante. L’uomo è stato medicato sul posto dell’infortunio e poi trasferito in ambulanza in ospedale, ma è morto durante il tragitto per raggiugere l’ospedale Santissima Annunziata. Gli ispettori dello Spesal sono al lavoro per ricostruire la dinamica dell’incidente.


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta