Giornata Internazionale della Gioventù

post-title
Fonte Immagine: coe.int

Solidarietà intergenerazionale, creare un mondo per tutte le età

Il 12 Agosto si celebra la Giornata Internazionale della Gioventù istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite il 17 dicembre 1999 al fine di riconoscere l’importanza di garantire l’inclusione dei giovani nel sostenimento della pace e della sicurezza. Ma già a partire dal 1985, l’Assemblea ha approvato le linee guida per la programmazione nel campo della gioventù per fornire soprattutto supporto ai giovani con disabilità e le giovani donne.

Infatti il tema scelto quest’anno è quella della solidarietà intergenerazionale per contrastare i sempre più incessanti e numerosi casi di discriminazione margionalizzazione e pregiudizio.

“Collaborazione e solidarietà sono ora più essenziali che mai, mentre il nostro mondo affronta una serie di sfide che minacciano il nostro futuro..troppo spesso ageismo, pregiudizio e egoismo prevengono questa collborazione e quando i giovani sono esclusi dalle decisioni che riguardano le loro vite o quando alle persone anziane viene negata la possibilità di essere ascoltati, perdiamo tutti..”, questo il messaggio introduttuivo alla giornata di oggi, del segretario generale delle Nazioni Unite

Il Programma mondiale di Azione per la Gioventù dal 1995 guida le Nazioni Unite, fornisce i criteri di azione nazionali e internazionali per migliorare le condizioni dei giovani. Le aree di intervento spaziano da quelle dell’istruzione, dell’impiego,alla riduzione della fame, la salute e la giustizia e sono accompagnate da attività ricreative al fine di favorire lo sviluppo fisico e cognitivo dei giovani, le speranze del mondo poggiano sui giovani e i giovani del mondo hanno bisogno che ogni singola comunità garantisca in primis spazi fisici e digitali in cui ogni giovane possa esprimersi liberamente nel rispetto di ogni singolo.


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta