Il BCT 2022 chiude con il ricordo di Ugo Tognazzi

post-title
Fonte Immagine: Ronald Abbamonte

In occasione del centenario dalla nascita il sentito ricordo di Ugo Tognazzi nelle parole dei figli Gian Marco e Maria Sole

Si conclude, con la serata di ieri,  la sesta edizione del BCT-Festival del Cinema e della Televisione di Benevento confermando,  anche nella giornata conclusiva,   l’estrema qualità che ha caratterizzato tutte le 6 serate della manifestazione 2022.

Protagonisti assoluti della serata Gian Marco Tognazzi e Maria Sole Tognazzi che nel momento conclusivo della manifestazione hanno ricordato, in occasione dei 100 anni dalla nascita, loro padre, il grande Ugo Tognazzi. L’evento fortemente voluto da Antonio Frascadore, ideatore e organizzatore di tutte le 6 edizioni del Festival, visto le grandi emozioni suscitate ha rappresentato la più degna delle chiusure per questa edizione della manifestazione. Un tributo all’indimenticabile Ugo Tognazzi, magistralmente ideato con  la sapiente regia di Mimmo Verdesca che nelle parole dei figli Gian Marco e Maria Sole  non ha mancato di emozionare il numeroso pubblico accorso in Piazza Roma.

Nelle parole di Gian Marco Tognazzi il sentito apprezzamento per la serata organizzata in onore del padre abbiamo sempre,  con mia sorella Maria Sole e mio fratello Ricky ricordato la figura paterna in diversi modi” e sulle difficoltà di ricordare un personaggio che ha spaziato dal cinema al teatro e alla TV fino all’arte culinaria “ Quando si dedica un momento, come questo di stasera a mio padre, il vero rischio è quello di perdersi nei ricordi guidati dall’affetto. Paradossalmente è più semplice per un estraneo essere esaustivo, stasera grazie a Mimmo Verdesca cercheremo di essere completi nel ricordo di mio padre”

Alla domanda su quale fosse stato il lascito più importante ereditato dal grande Ugo, Gian Marco non ha avuto dubbi nel rispondere L’idea di libertà, la voglia di raccontare cose magari anche facendo un po’ di critica sociale”

Una famiglia di artisti quella vista ieri sera sul palco di Piazza Roma in cui rientra a pieno titolo anche Maria Sole Tognazzi “Ho scoperto la mia passione per il cinema semplicemente lavorando. Ho iniziato a 18 anni come aiuto  regista senza l’ambizione di diventare regista, ma poi con il passare degli anni mi sono convinta a provarci ed è andata bene e ho continuato.”

Ultima serata con “La sposa  in rosso” e tante risate.

Nell’ultima serata del festival ha trovato spazio anche l’anteprima del film “La sposa in rosso” di Gianni Costantino. Accanto al regista il pubblico ha potuto ammirare da vicino tutto il cast del film compreso l’attore protagonista, lo spagnolo Eduardo Loriega. La storia di una coppia di 40enni decisa a vivere, nonostante le peripezie della quotidiana il loro grande sogno d’amore.Senza smentirsi mai anche nell’ultima serata il Festival ha regalato momenti più leggeri e tante risate grazie alla comicità di Michela Giraud e le tantissime gag della irrefrenabile coppia Di Biase-Nuzzo.


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta