Il giorno del riscatto per Scampia

post-title
Fonte Immagine: Ansa

L'università Federico II mette fine a Gomorra.

Oggi è il giorno del riscatto per Scampia, un giorno storico per l'intero quartiere, alle ore 11.00 partirà l'inaugurazione del Complesso Universitario federiciano con i corsi di Laurea Triennale e Magistrale delle Professioni Sanitarie, in Via della Resistenza.

Il nome della strada lascia bene sperare.

Si Resistenza, una resistenza di anni e per anni di tutte le persone perbene che hanno lavorato in silenzio per il riscatto dell'intero quartiere ; cercando di cancellare con forza l'immagine di Gomorra che si era fissata sul quel territorio oramai da tempo.

Lì dove erano le Vele una delle piazze di spazio più grande d'Europa , oggi sorge la Cultura , come elemento significativo di riscatto; e non a caso il sindaco Manfredi dice “ è una università non a Scampia ma per Scampia ” prosegue, “ è necessario cambiare anche la narrazione che, ad oggi abbiamo subìto, di un quartiere che era solo camorra”.

Al taglio del nastro inaugurale parteciperanno Matteo Lorito , rettore dell'Università degli Studi di Napoli Federico II, Cristina Messa , ministro dell'Università e della Ricerca, Vincenzo De Luca , presidente della Regione Campania, e Gaetano Manfredi , sindaco di Napoli. Interverranno Maria Triassi , presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia che presenterà le attività formative del Complesso Universitario di Scampia e Giuseppe Longo , Direttore generale dell'Azienda Ospedaliera Universitaria della Federico II che illustrerà il contributo dell'Azienda. Madrina della giornata Zeudi Di Palma , studentessa federiciana di Scienze sociali eMiss Italia 2021 .

Ma la presenza della Federico II a Scampia non rappresenta solo la cultura ma la svolta di un intero quartiere, la sua rinascita nella legalità . I residenti infatti, scommettono sull'indotto che porteranno i corsi di Professioni Sanitarie ; quindi all'orizzonte si prospettano svariate possibilità di crescita occupazionale come quelle di aprire bar, ristornati, pizzerie, parcheggi, alloggi per studenti e quant'altro necessario alla riqualificazione del quartiere .

E le stesse parole di Gaetano Manfredi , lasciano ben sperare:

Prendendo vita il nuovo Polo universitario a Scampia, un progetto fortemente voluto e di cui abbiamo accelerato la conclusione perché possiamo avere un impatto positivo sia per il quartiere che per l'intera area Nord della città, cambiando la narrazione negativa di questi luoghi. La rigenerazione urbana di Restart-Scampia, il programma di riqualificazione del verde urbano, la realizzazione della pista ciclabile ed un'adeguata implementazione del sistema di trasporti hanno tutti l'obiettivo di rendere fertile un territorio dalle grandi potenzialità, portando formazione e sviluppo economico, La nostra interlocuzione costante con le realtà rappresentative del territorio ne rafforzerà i risultati in modo concreto”, conclude in una nota il sindaco di Napoli .


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta