Inflation Act: cambio di passo usa nella lotta al cambiamento climatico

post-title
Fonte Immagine: Italia Oggi

Diventa legge l'Inflation Act segnando la svolta ambientale dell'amministrazione Biden. il provvedimento intende rimettere in corsa gli USA sugli obiettivi climatici da realizzare entro il 2030

Non è stato semplice ma alla fine Joe Biden è riuscito seppur al termine di  un iter legislativo tutt’altro che semplice a portare a compimento il pezzo più ampio del suo programma politico attraverso l’approvazione dell’Inflaction reduction act.

Provvedimento che tra le altre cose permetterà al presidente in carica di dare un’impulso forte alla lotta al cambiamento climatico destinando a tale finalità ben 300 miliardi di investimenti.

Un buon risultato in vista delle elezioni di midterm.

Non è stato semplice, visto che per l’approvazione dell’Inflation reduction act è stato necessario un lunghissimo e spesso tortuoso lavorio legislativo, iniziato fin dai primissimi giorni del mandato presidenziale di Biden. A qualche mese dalle elezioni di medio termine che nella dinamica della vita politica statunitense sono da sempre il principale banco di prova per l’operato presidenziale, comunque l’aver portato a casa un provvedimento di ampia portata che completa il suo programma rappresenta un vero e proprio successo per il presidente in carica e probabilmente l’arma in più con cui ottenere, tra qualche mese, l’appoggio dell’opinione pubblica su gran parte degli orientamenti pratici intrapresi  durante la prima parte dell’espletamento del mandato. Un’approvazione ottenuta al Senato facendo leva esclusivamente leva sul supporto dell’intero partito democratico che trova modo così di compattarsi in maniera granitica attorno alla figura del presidente in vista dell’appuntamento elettorale di novembre.

Inflation Act: guerra dichiarata al cambiamento climatico.

Dopo aver messo mano in questi primi anni d’incarico, con apposite normative, alla sicurezza delle armi, alle infrastrutture, alla produzione dei microchip con l’atto approvato martedì scorso Biden spinge decisamente il piede sull’accelleratore nella lotta al cambiamento climatico. Tematica, quest’ultima, sulla quale si condensano gran parte dei provvedimenti normativi più innovativi e allo stesso tempo più ambiziosi. Una vera e propria raffica di disposizioni che vanno dalle sanzioni di 900 dollari per ogni tonnellata di emissione di metano eccedente i limiti federali fino alle detrazioni fiscali di 85 dollari per ogni tonnellata di CO2 catturata. Una portata senza precedenti che convoglierà 369 miliardi di dollari verso tutti i programmi di produzione di energia pulita di cui 30 per il finanziamento dei pannelli solari e delle turbine a vento. A supporto delle famiglie nell’impegno a sostenere la transizione energetica ben 9 miliardi stanziati per gli americani che renderanno le proprie case energeticamente efficienti e un’esenzione fiscale fino a 7500 dollari per coloro che acquisteranno veicoli elettrici.

Provvedimento senza alcun dubbio ambizioso attraverso il quale si mette nel mirino l’obiettivo di aumentare la riduzione delle  emissioni complessive di C02 portandole dal 31% a un 44% entro e non oltre la data limite del 2030.


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta