La serie sull’Uragano Katrina: Cinque giorni al Memorial

post-title
Fonte Immagine: Repertorio

Cinque giorni in un ospedale di New Orleans dopo l’avvento dell'Uragano Katrina sugli Stati Uniti

E’ uscita proprio in questi giorni, venerdì 12 agosto, la prima stagione di Cinque giorni al Memorial, la miniserie distribuita da Apple TV+ ispirata all’omonimo romanzo, premio Pulitzer, del giornalista Sheri Fink, incentrato sugli eventi realmente accaduti a seguito dell’Uragano Katrina che nel 2005 mise in ginocchio l’intera popolazione della Louisiana, da New Orleans al Mississippi.

Intorno al 28 agosto del 2005, infatti, uno degli uragani atlantici più pericolosi e imponenti della storia statunitense, noto appunto come l’uragano Katrina, ha causato ingenti devastazioni, a livello economico (classificandosi come l’uragano più costoso nella storia degli uragani) ma soprattutto a livello umano, mietendo un numero sopraelevato di vittime, oltre 2000.

Cinque giorni al Memorial ripercorre le conseguenze che un ospedale locale ha dovuto affrontare nei cinque giorni successivi alle devastazioni, sopperendo alla mancanza di acqua e corrente elettrica, in balia di temperature sempre più elevate. 

Di genere drammatico, la serie, prodotta da ABC Segnature, si compone di una stagione suddivisa in 8 episodi, dalla durata media di 45 minuti ciascuno, per la regia di John Ridley, Carlton Cuse e Wendey Stanzler.

Tra i protagonisti Vera Farmiga, per l’occasione nei panni di un medico facente parte di un’equipe costretta dalle circostanze a prendere decisioni di vita o di morte per i pazienti ricoverati, in un ospedale di New Orleans ormai disfunzionale, prossimo al collasso.


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta