Le telecamere lo incastrano: appiccò il fuoco sul Monte Canneto

post-title
Fonte Immagine: Ansa.it

Un 42enne agli arresti, gravemente indiziato dell’incendio boschivo accorso lo scorso 8 agosto sul “Monte Canneto” nel comune di Teano.

I Carabinieri della sezione Forestale di Roccamonfina e di Vairano Patenora, con l’ausilio dei militari della stazione dei Carabinieri di Teano, hanno eseguito l’ordinanza di custodia cautelare con divieto di dimora emessa dal gip del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, nei confronti di un 42enne gravemente indiziato dell’incendio boschivo accorso lo scorso 8 Agosto sul “Monte Canneto” nel comune di Teano.

L’incendio richiese l’intervento di 5 squadre dei Vigili del Fuoco di varie amministrazioni pubbliche che misero a disposizione innumerevoli attrezzature antincendio,tra cui mezzi aerei, che tuttavia non scongiurarono il danneggiamento di una superficie pari a 15.000 mq.

Le attività investigative dei Forestali si sono concentrate principalmente sull’acquisizione de materiale fornito dal sistema di videosorveglianza situato nella zona dove è avvenuto l’incendio, permettendo così una precisa ricostruzione dei fatti nonché l’identificazione de piromane. Da tali immagini risulta che alle ore 11:06 circa a bordo di un ciclomotore Piaggio, modello Zip, l’indagato ha percorso la strada sterrata che dalla SP31 conduce all’interno della collina e ai terreni circostanti, dove ha sostato abbassandosi in direzione della vegetazione presente, nel punto dal quale poco dopo iniziavano a propagarsi le fiamme. Anche i riscontri forniti dall’estrazione dei tabulati del traffico telefonico dell’utenza dell’indagato hanno confermato la presenza dell’uomo nell’orario di innesco del fuoco, in quanto il suo cellulare agganciava proprio le celle telefoniche di copertura della zona, peraltro distante dal suo luogo di residenza a Teano.

Il quadro indiziario raccolto a carico del soggetto è stato ritenuto grave dal Giudice per le Indagini Preliminari che ha accolto la richiesta di applicazione di misura cautelare personale.


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta