Lettere, sesso e droga sui Monti Lattari

post-title
Fonte Immagine: Ansa.it

Giallo da 100mila euro. Sesso e droga in due strutture ricettive: due arresti e un ricovero.

Vero e proprio giallo in due strutture ricettive di Lettere, nel cuore dei Monti Lattari. Un triangolo amoroso internazionale che nascondeva lo spostamento di droga per un valore di oltre 100mila euro, ma a chi fosse destinato quel carico di stupefacenti non è ancora chiaro.

Il tutto è accaduto in un festino privato molto hot. I Carabinieri sono intervenuti sventando un tentativo di suicidio di una donna in preda alle allucinazioni e hanno provveduto a un sequestro di cocaina con cifre da capogiro. Arrestate due persone e una terza ricoverata in una struttura sanitaria.

In carcere a Poggioreale è finito Ivano Busiello, 46 anni, venditore di auto e orologi residente a Scafati, già noto alle forze dell’ordine, in passato coinvolto in un’inchiesta sul traffico di droga, ma assolto.

Nel penitenziario femminile di Pozzuoli è detenuta anche Carmen Andreina Rivas Rebolledo, 31enne venezuelana, incensurata, di professione cuoca e residente a Palma de Mallorca in Spagna. 

I due sono accusati di detenzione di droga ai fini di spaccio.
 
Mentre la ricoverata all’ospedale di Torre del Greco, nel reparto di Salute mentale, una donna spagnola ha raccontato ai Carabinieri, in maniera confusa, di essere stata in loro compagnia in due alberghi di Lettere. Forse la donna aveva fatto uso di cocaina ed era in preda all’ansia.
Mentre la ricoverata all’ospedale di Torre del Greco, nel reparto di Salute mentale, una donna spagnola ha raccontato ai Carabinieri, in maniera confusa, di essere stata in loro compagnia in due alberghi di Lettere. Forse la donna aveva fatto uso di cocaina ed era in preda all’ansia.  


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta