Maltrattava la moglie anche davanti alla figlia minorenne: arrestato

post-title
Fonte Immagine: Polizia di Stato

Arrestato in un centro per tossicodipendenti, dopo anni di maltrattamenti e aggressioni.

La polizia di Stato ha eseguito un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti dell’uomo, residente nella città di Aversa (in provincia di Caserta), accusato di maltrattamenti ai danni della moglie, compiuti anche in presenza della figlia minorenne.

Dopo anni di aggressione e minacce, una donna ha finalmente trovato il coraggio di denunciare il marito violento. L’uomo è stato finalmente arrestato, catturato dai poliziotti del Commissariato di Aversa in un centro per tossicodipendenti di Melendugno (in provincia di Lecce), dove l’uomo stava provando a disintossicarsi.

Le indagini erano state avviate a seguito della Querela presentata dalla vittima in Commissariato: la donna ha trovato il coraggio di raccontare ai poliziotti la sua situazione familiare, per la prima volta, non omettendo le costanti violenze fisiche e verbali.

A causa della sua dipendenza da sostanze stupefacenti, le violenze erano diventate quotidiane, e negli ultimi giorni si erano trasformate anche in gravi e continue minacce di morte. Ad incastrare l’uomo sono state le numerose testimonianze di familiari e conoscenti della coppia. In più, sul suo cellulare, sono stati ritrovati dei messaggi pieni di offese e minacce nei confronti della moglie.

La Procura di Napoli Nord ha richiesto la misura della custodia cautelare in carcere, ritenuta dal gip adeguata «in relazione all'allarmante personalità dell'indagato» a fronteggiare il pericolo di reiterazione delle condotte violente e ad evitare estreme conseguenze delle stesse. 


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta