Napoli, inchiesta sulla morte post parto di Vincenza Donzelli

post-title
Fonte Immagine: Repertorio

..

Sarà l’inchiesta della magistratura a stabilire le cause dea morte di Vincenza Donzelli, 43 anni fondatrice della Galleria Borbonica.

I familiari hanno presentato una denuncia alla polizia per un presunto caso di malasanità chiedendo di “fare chiarezza” sulla vicenda. La nota animatrice culturale napoletana è morta sabato sera nel reparto di Rianimazione dell’ospedale Cardarelli, dove era stata trasferita in seguito a delle complicanze sopraggiunte dopo il parto, nella clinica privata Ospedale Internazionale.

La notizia della sua morte ha destato molto dolore  e commozione a Napoli come tanta commozione ha destato il messaggio di addio del suo compagno,  Andrea Cannavale, il produttore cinematografico figlio del noto attore Enzo e, ora, padre del bimbo nato due giorni fa.

Prima del suo ricovero, programmato per la sera del 7 agosto per partorire naturalmente alla clinica Ospedale Internazionale, ( il parto è avvenuto con taglio cesareo l’8 agosto) era serena e felice. E sui profili social ha continuato a mostrare  fino all’ultimo foto in costume col pancione. Il 12 luglio da Gaeta con la scritta “Aspettando te” e un cuore azzurro. E ancora il 27 luglio vestita di rosso nella “sua” Galleria Borbonica con la scritta “fino all’ultimo giorno”. E infine la sua ultima foto social il 3 agosto per festeggiare il compleanno del fratello Gianluca.


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta