Nola, giunta politica e tre nuovi consiglieri

post-title
Fonte Immagine: NonsoloNola.it

Nella seduta straordinaria del Consiglio Comunale ufficializzati i consiglieri comunali che sostituiscono i neo assessori eletti in Consiglio.

Celebrato il primo consiglio comunale, il sindaco Carlo Buonauro ha potuto formare la sua Giunta, per poter cominciare lavorare per rispondere alle richieste dei cittadini, a partire dalle delibere in materia di videosorveglianza e contenimento della spesa pubblica, specie in riferimento ai costi per l’illuminazione.

Nel corso della seduta straordinaria convocata il primo agosto dal presidente del Consiglio, Francesco Pizzella, il Consiglio Comunale di Nola ha ufficializzato i tre nuovi consiglieri comunali entrati in assise dopo la nomina ad assessore di altrettanti colleghi eletti in Consiglio (Gemma De Falco, Giovanni Erasmo Carrella e Lucianna Napolitano Bruscino, ndr).

Nella seduta l’assise ha ripreso i lavori lasciati incompleti la settimana precedente e ha ufficializzato le surroghe dei consiglieri: entrano in Consiglio Alessandro Pastorino, Veria Spampanato e Maria Rosaria Galeota.

A margine della seduta, oltre agli auguri alla giunta e ai consiglieri da parte dei capigruppo, ci sono state anche le dichiarazioni del sindaco, Carlo Buonauro, sulla giunta appena formata: «C’è qualcuno che si è chiesto perché ho scelto una giunta politica e non puramente tecnica. Premetto che voglio ringraziare tutti quelli che hanno collaborato a questo serrato confronto per formare la giunta. A tal proposito, ritengo che una giunta così formata possa far sì che ci sia un legame forte con la coalizione che mi ha sostenuto. Non di meno, e lo sottolineo, la giunta è di alto carattere morale e professionale. Per tutto questo io ritengo che sia la soluzione migliore per dare una spinta realmente propulsiva alla città».

Ricordiamo che la Giunta Consiliare, già operativa, è così costituita:

Giovanni Erasmo Carrella (ND) delega ai Lavori Pubblici, Demanio e Patrimonio.

Giuseppe Tudisco (M5S) Vice-sindaco con delega ad Ambiente, Verde, Igiene e Sanità, Randagismo, Canile Municipale, Transazione Ecologica, Personale, Governo del Territorio e Urbanistica.

Vincenzo Martone (NN) delega a Cultura, Turismo, Marketing Territoriale, Grandi Eventi, Associazionismo.

Lucianna Napolitano Bruscino (ND) delega al Bilancio, Attività Produttive, Annona e Commercio SUAP, Agricoltura Mercati Digitali, Sportello Europa, Digitalizzazione.

Gemma De Falco (Movimento5Stelle) delega alla Pubblica Istruzione, Manutenzione Ordinaria, Edifici Scolastici, Pari Opportunità.

Anna Bellobuono (NN) Assessore con delega alle Politiche Sociali, Affari Generali ed Istituzionali, Avvocatura, Sport ed Impianti Sportivi.

Raffaele Giugliano Assessore con delega al Decentramento Amministrativo, Cimiteri e servizi cimiteriali, trasporti ed arredo urbano e Protezione Civile.

Queste invece le deleghe conferite ai consiglieri comunali:

Francesco Pizzella (ND) presidente del Consiglio comunale

Antonio Napolitano (NN) vice- presidente del Consiglio comunale

Massimo Russo (Movimento 5 Stelle) delega Piazzolla

Erasmo Scotti (NC) delega Polvica)

Francesco Cantalupo (ND) delega all’Ambito Sociale n.23

Carmen Mauro (Movimento 5 Stelle) delega ASI

Francesco Conventi (NBC) delega IACP

Il sindaco Buonauro ha tenuto per sé le deleghe ai Fondi PNRR, Idee progettuali e Finanziamento di interventi, PUC, Viabilità, Polizia Municipale.

Sulla composizione della Giunta, il primo cittadino ha aggiunto: «I nomi risultano dal decreto di individuazione, di esibita notifica e conseguente accettazione, dunque l’organo è pienamente in possesso dei suoi poteri e subito risponderà alle esigenze della città, che non possono più tollerare dilazioni. È una Giunta dall’alto profilo tecnico e dalla spiccata moralità, ma è anche espressione delle forze politiche che hanno espresso questa maggioranza e che compatti vogliono cambiare il volto di questo territorio e dare risposta alle esigenze dei cittadini. In primis sicurezza, ambiente, occupazione e crescita economica».


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta