Nola, presentazione progetto “Casermette”

post-title
Fonte Immagine: MovimentoPiazzaDarmi.it

Domani presso l’Auditorium di Nola nel Rione Gescal alle ore 10:30 verrà presentato il progetto alla stampa da rettore, prorettore e sindaco di Nola.

Dopo il finanziamento di circa otto milioni di euro, da parte dell’Agenzia per la coesione territoriale, all’Università degli Studi di Napoli Parthenope, per la riqualificazione delle “Casermette” dell’ex ‘48, domani 15 luglio alle ore 10:30 presso l’Auditorium di Nola in Via Guglielmo Pepe al Rione Gescal, verrà presentato alla stampa il progetto dell’area destinata a centro di alta tecnologia.

In occasione della conferenza saranno anche presentati gli ulteriori corsi di Laurea, attivi già dal prossimo anno accademico.

Interverranno il rettore Alberto Carotenuto, il Prorettore alla Didattica e agli Affari Istituzionali Antonio Garofalo ed il Sindaco di Nola Carlo Buonauro.

L’iter per il finanziamento di questo importante progetto, proposto dal comune di Nola con l’Università Parthenope, dal valore di 7 milioni e 900mila euro, è stato quanto mai tribolato.

Le “casermette”, ormai semidistrutte, fanno parte del gigantesco complesso della caserma Cesare Battisti di Piazza d’Armi a Nola (meglio conosciuta come “48”).

Nel corso degli ultimi tanti sono stati i proclami e i progetti annunciati fino allo scorso 18 febbraio, quando, senza grosse presentazioni o comunicazioni, il commissario prefettizio Enrico Gullotti ha firmato la delibera n. 7 con la quale si approvava il progetto proposto dall’ex giunta Minieri in sinergia con l’università napoletana “Parthenope“, che tra l’altro proprio a Nola si appresta a creare una propria sede.

Le casermette, dopo la riqualificazione, ospiteranno un laboratorio di ricerca con all’interno dei pipenet, sofisticati macchinari d’alta tecnologia. Le vecchi strutture adiacenti al “48” saranno, quindi, restituite pienamente ai nolani.


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta