Panificio posto sotto sequestro a Marigliano

post-title
Fonte Immagine: Carabinieri

L’Asl ha imposto la chiusura del locale per le carenze igienico sanitarie

I carabinieri della Forestale di Marigliano durante una ronda nell’ambito dei controlli volti alla corretta tracciabilità degli alimenti, hanno notato all’esterno di un panificio del legname accatastato con dei rifiuti, incuriositi hanno deciso di fare un controllo.

Gli uomini della Forestale hanno così accertato che il forno utilizzato per la cottura del pane, a conduzione diretta, era alimentato da scarti legnosi di falegnameria, di cui alcuni laccati, nonché alcuni con presenza di vernice alle estremità.

Dopo aver accertato ciò, è stata richiesto l’intervento degli ispettori dell’ASL NA 3 per certificare le condizioni igienico sanitarie dell’attività.

Gli ispettori hanno accertato che il locale, il forno e la legna usata per la cottura dei prodotti piniferi non erano in regola con le normative vigenti

Alla fine dei controlli, circa 50 kg di pane  sequestrati e immediatamente distrutti, in parte appena sfornato ed in parte ancora in fase di cottura.

Sono stati posti sotto sigillo anche un quintale di rifiuti legnosi accatastati all’esterno dell’attività. Infine sono state elevate sanzioni amministrative per un importo di 2500 euro per la mancanza di tracciabilità di circa 40 kg di prodotti da forno. L’Asl ha imposto la chiusura del locale per le carenze igienico sanitarie.


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta