Pizza Village

post-title
Fonte Immagine: Repertorio

Un sogno che si è concluso ma che da il via all’estate napoletana

Si è concluso ieri il Pizza Village, evento Campano accompagnato dalle voci di RTL 102.5 andato in scena dal 17 al 26 giugno nella suggestiva location del lungomare di Napoli.

Una pizzeria a cielo aperto, birra e tantissima musica per 10 giorni con cantanti nazionali e territoriali, valanghe di persone si sono dirette ad uno degli eventi più importanti della Campania che post Covid è tornato più forte che mai.

L’evento si è aperto il 17 con nomi dal calibro di Gaia, Peppe Socks, i Desideri ed è proseguito le sere successive con Noemi,Lazza, Fred De Palma, Napoleone, Franco 126, Mecna, Coco, Geolier, Ariete, Psicologi, SLF, MrHyde, Rosario Miraggio, Ivan Granatino, Franco Ricciardi, Nicola Siciliano, Monica Sarnelli, Enzo Dong, Follya, Cristiano Malgioglio, Nancy Coppola, Giusy Attanasio, Gabriele Esposito

Sul palco di RTL 102,5 sono saliti per regalare uno spettacolo unico tanti giovani artisti protagonisti dell’attuale panorama musicale italiano accolti da tutto il calore di Napoli come Sangiovanni, Alfa, Alvaro Soler, Aka7even, Sissi, Alex e giovani che su quel palco erano già saliti ma sono ritornati in veste diversa, con un pubblico diverso come LDA.

La serata è stata chiusa in bellezza con Gigi D’Alessio, Luchè, Andrea Sannino, Eugenio Bennato, Hal Quartier e Tommaso Primo. Erano circa 60mila i passeggianti sul lungomare.

Napoli è tornata a vivere, Napoli è tornata a respirare con un evento musicale che ha coinvolto tutti i cittadini dai più piccoli ai più grandi. Cartelloni, sorrisi, lacrime e baci hanno accompagnato le voci dei cantanti che non hanno potuto far altro che sorridere ad una folla numerosa e partecipe.

La luna è stata per un po' seconda alla bellezza di un popolo che tra il mare e la pizza non ha smesso neanche per un secondo di cantare.

Citando la canzone di un ospite:” E nel tuo mare mi ci perdo, mi fai vivere un sogno” un sogno che si è concluso ma che ha dato il via ad un’estate napoletana da brividi.


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta