Pomigliano d’Arco: il Sea & River Day parte dal Parco delle Acque

post-title
Fonte Immagine: immagine originale

Il 2 ottobre Plastic Free Onlus ripropone, sulle spiagge e sulle rive, il grande appuntamento annuale dedicato alla pulizia del territorio.

L’evento ha come obiettivo quello di rimuovere dalla natura plastica e rifiuti abbandonati vicino le nostre acque, nonché sensibilizzare la coscienza nazionale su questo tema. Un problema attuale è il rapporto tra la plastica e l’uomo, un fallimento. Un tema a cui oggi non possiamo non prestare attenzione.

È ormai evidente l’abuso della plastica, in particolare quella monouso: utilizzata spesso per pochi minuti, resta poi in circolazione per una vita intera. Ogni giorno, secondo un rapporto dell’Unep, finiscono nelle acque 731 tonnellate di rifiuti plastici.

A differenza degli oceani, però, il problema del Mediterraneo non riguarda soltanto la spazzatura di grandi dimensioni, che comunque ha iniziato a formare delle vere e proprie isole, ma riguarda per il 92% rifiuti che non riusciamo a vedere: la microplastica. Frammenti di meno di 5 millimetri che, proprio nelle nostre acque, trovano la loro maggior concentrazione al mondo. Sfere, granuli, pellicole, lenze e schiuma, spesso derivati proprio dall’erosione dai rifiuti che vengono abbandonati sulle spiagge e sulle rive dei fiumi, sono le microplastiche più diffuse nel nostro mare.

Senza dimenticare che, attraverso i pesci, i molluschi e anche i crostacei, arrivano anche nei nostri piatti. In particolare, secondo alcune ricerche scientifiche, ogni mese, ognuno di noi assume una quantità di plastica pari ad una carta di credito.

È’ un problema che non si può più ignorare. Proprio per questo, fra le tante associazioni nazionali, Plastic Free si impegna attivamente e concretamente per la tutela della natura, grazie alla forza dei suoi 250.000 volontari che si mettono in gioco non solo in questa giornata, ma durante tutto l’anno.

Il 2 ottobre sarà l’occasione che unirà tutta l’Italia nell’indossare l’uniforme blu con la tartaruga bianca e dimostrare che insieme si può ancora fare tanto per il Pianeta Partecipare a questo evento è, infatti, un’ottima occasione per riflettere sulle piccole e grandi azioni quotidiane che si possono fare per salvaguardare l’ambiente.

Anche il Comune di Pomigliano d’Arco collaborerà all’iniziativa, con i volontari di Plastic Free e tutti i cittadini che vorranno partecipare. per rendere la nostra casa un posto migliore e regalare un respiro ai nostri mari.

Non bisogna dimenticare che l’associazionismo e l’utilizzo di volontari su tutto il territorio nazionale è la forza di traino per creare una vera e propria svolta dal basso, fra i diversi utilizzatori sia degli utensili che delle merci alimentari.

L’attenzione dei comuni piccoli e grandi si tramuta nella tutela di specie animali a rischio e della salute pubblica in genere.

La manifestazione si svolgerà a partire dalle ore 09:30 presso il Parco delle Acqueda non confondere con il Parco Pubblico Giovanni Paolo II, che si trova in zona Pratola Ponte, nei pressi della Stazione della Circumvesuviana di Pratola Ponte e del Liceo “Vittorio Imbriani”.

Le persone che vorranno partecipare potranno iscriversi al seguente link:

https://www.plasticfreeonlus.it/eventi/2357/2-ott-pomigliano-d'arco


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta