The Handmaid’s Tale è tornato

post-title
Fonte Immagine: cinematographe.it

La quinta stagione è disponibile su Timvision

Torna per la quinta stagione “The handmaid’s tale”, la serie distopica  tratta dal celebre romanzo “Il racconto dell’ancella” scritto nel 1985 da Margaret Atwood, in onda su Timvision con i primi due episodi da giovedi 15 settembre. Sarà possibile seguirla grazie alla programmazione di un episodio a settimana fino al 10 novembre in contemporanea USA.

Tornano i suoi protagonisti più importanti, da Elisabeth Moss a Bradley Whitford, da Yvonne Strahovski a Max Minghella. Con loro rivediamo poi O-T Fagbenle, SamiraWiley, Madeline Brewer, Amanda Brugel, AnnDowd, Sam Jaeger. L’unica assente di questa stagione è Alexis Bledel, che interpreta Emily e famosa per la serie “Una mamma per amica”, che ha deciso di lasciare lo show.

Anche se la serie si sta tirando per le lunghe, la nuova uscita è stata molto attesa dai fan. Gli scorsi capitoli non sono riuscita a replicare il pathos altissimo degli esordi, ma queste due prime uscite fanno sperare in un ritorno di alto livello.

In un mondo in cui gli USA hanno lasciato il controllo alla nazione di Gilead, dove le poche donne fertili vengono imprigionate e ingravidate contro la propria volontà per ripopolare il Paese la questione particolarmente angosciante era la capacità di riprende tanti aspetti di società teocratiche, misogine e patriarcali che tolgono voce, diritti e dignità al genere femminile.

Questa volta la protagonista, June Osborne (Elisabeth Moss) deve fare i conti con le conseguenze dell’omicidio del Comandante Fred Waterford (Joseph Fiennes). Il quarto capitolo, infatti, ha visto June sporcarsi le mani di sangue, con la complicità di Emily Malek (Alexis Bledel) e altre donne salveda Gilead. Dopo averlo catturato, e averlo condotto nel bosco,Waterford era statopoi colpito a morte, in una scena di violenza e frustrazione perfettamente rappresentata. Una volta eliminato lui, Junenon riesce però a tornare ad una vita normale, perchè ormai Gilead l’ha cambiata del tutto e continuerà a perseguire il suo obiettivo, ovvero ricongiungersi con la sua piccola Hannah (Jordan Blake).

Ma allo stesso tempo Serena (Yvonne Strahovski), incinta e ferita, riesce a tornare in patria sferrando un colpo alla fine dei due episodi iniziali. Il comandante brutalmente ucciso viene beatificatodopo la sua morte, una pratica amatissima per lavare la coscienza e il modo migliore per passare da carnefici a vittime.

E così torna sul campola guerra tra due donne che dal principio ci tiene col fiato sospeso, tra redenzioni e ricadute, alleanze e vendette cercano l’una di sopraffare l’altra. Ora non si sa chi avrà la meglio, basta però non perdersi i prossimi episodi presto disponibili.


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta