“The Sandman”, la nuova serie capolavoro di Netflix

post-title
Fonte Immagine: Movie Player

Arriva, su Netflix, la nuova serie fantasy che molti considerano degna erede de “Il Trono di Spade”, su vari fronti

Dopo 34 anni di attesa, i fan della fortunatissima serie di fumetti “The Sandman” posso finalmente gioire: da questo venerdì, 5 Agosto, sono disponibili su Netflixdieci episodi tratti dagli omonimi fumetti. I critici che hanno potuto visionare la serie in anticipo l’hanno definita “Una meraviglia visiva”.

La serie di fumetti, pubblicata da Neil Gaiman negli USA tramite De Comics tra il 1988 e il 1996, fece subito il giro del mondo: negli anni ’90, infatti, era già sbarcata in Italia. In totale sono stati pubblicati 75 volumi di fumetti, per un totale di 3000 pagine, raccolte in dieci volumi.

La particolarità della serie, oltre al fatto che fosse a fumetti, era che fosse un fantasy sviluppato con tocchi horror per creare suspense; i protagonisti, inoltre, anche se chiamati con nomi di divinità greche, incarnavano sentimenti, paure e debolezze umane, rendendoli tridimensionali. La simbologia legata, poi, agli oggetti ritrovati all’interno della trama, portarono la serie di fumetti ad avere diversi livelli di lettura.

Era, a tutti gli effetti, la prima serie di fumetti apertamente pensata per un pubblico adulto. Tale l’apprezzamento per questi fumetti, che rientrarono nella classifica delle migliori opere letterarie, secondo il Los Angeles Time.

Nonostante l’idea di realizzare una trasposizione ci sia sempre stata, i fan hanno dovuto aspettare il 2019 per vedere qualcosa di concreto: è in quell’anno, infatti, che la Netflix ha firmato un accordo con la Warner Bros (che aveva acquisito i diritti dei fumetti) per realizzare una serie fantasy, con l’aiuto di Allan Heinberg, David S. Goyere Neil Gaiman, lo stesso ideatore della serie a fumetti.

Secondo il sito Deadline, Netflix ha sborsato oltre 15 milioni di dollari per ogni episodio, portando il budget complessivo a 150 milioni di dollari per la prima stagione. La mastodonticità degli effetti speciali portano moltissimi a credere che “The Sandman” sarà il prossimo “Trono di Spade”. Soprattutto perché questa non sarà l’unica stagione della serie tv: i primi dieci episodi, infatti, narrano gli avvenimenti dei primi due volumi.

Le intenzioni sono quelle di completare la trasposizione dei restanti otto volumi, e – forse – in futuro, di trasporre anche i numerosissimi prequel e spin-off scritti nel corso degli anni. Un progetto che potrebbe, davvero, portare alla creazione di tantissime stagioni successive.


RIPRODUZIONE RISERVATA
© Copyright Corriere della Campania


Commenta